Ask the Dust

Mi sveglio con i capelli arruffati e qualche ricordo

lunedì 28 novembre 2011

Messico senza nuvole - Canali e Rossofuoco - Tempesta in rivolta

La tempesta in rivolta. In tempesta cerco e trovo Nostra signora della dinamite (2009). E dentro Messico senza nuvole. Mi siedo qui e non riesco a smettere di ascoltarla questa voce che parte roca e finisce rotta. Una notte. E il testo mi scorre nelle vene. Assieme a tutto quello che significa. E trovo volti noti e facce già incoriciate, sconosciuti ammirati e uomini d'Italia. Il tutto parte da quel Conte dell'avvocato e assieme a Paolo si mescolano piccoli principi, esercizi di stile, blu dipinti di blu o di merda, guerre e paci  che continuano avvicendevolmente a riproporsi, cuori anoriessici e voglia di piangere. Messico e Nuvole, Messico senza nuvole e nuvole senza Messico.
(Se trovato qualche altro riferimento nel testo sarebbe assai grazioso se me lo comunicaste...)

Mi siedo qui, sono stanco…
La vita, l’universo, tutto quanto…
Sulla sponda del fiume prego il vostro dio
che il prossimo cadavere che passa non sia il mio.
ammiro improbabili prove di volo (Saint Exupery)
paracadute difettosi, fiori rossi al suolo, (Ernest Hemingway)
è la vita che va, è la vita che va, è la morte che viene
ma è un tenore di morte, un lusso che non mi appartiene.
In fondo alla notte, la fine del viaggio, una vita al di là (Viaggio al termine della notte di Cèline)

del male e del peggio e canto
Nanana nanana nanana nanana nana, nanana nana, per farmi coraggio
E ripasso le due o tre cose che mi fanno stare meglio:
morirti fra le labbra, un sorriso al risveglio…
è la vita che va, è la vita che va, è una piccola morte che
viene,
esercizi di stile che scorrono nelle vene… (Queneau)
.. ..
E chissà quando guarirà questo cuore anoressico
Condannato per l’eternità a girare in tondo, in tondo, in
tondo, in tondo
Che risposte ci suggerirà questo vento dislessico
Che porta con se solo nuvole, nuvole, nuvole senza messico…(Quel Conte dell'avvocato)
.. ..
Nel lento e inesorabile precipitare degli eventi
Quale magia fa ‘sì che si canti:
Volare oohoh volare oohoh (Modugno)
E che poi ci si perda nel blu dipinto di merda
Ammiro gli inutili segni di croce
di chi aspetta la guerra per morire in pace (Tolstoj)
è la vita che va, è la vita che va, è la morte che viene
è la consolazione del morire insieme
e riciclo parole, riciclo pensieri, riciclo la mia faccia
riciclo un’immagine di te fra le mie braccia e canto
Nanana nanana nanana nanana nana, nanana nana, sotto la doccia
E ripenso alle due o
tre cose che mi fanno davvero:
annegarti negli occhi, rubarti il respiro
è la vita che va, è la vita che va, un’altra piccola morte che viene,
esercizi di stile che
dentro le vene
.. ..
E chissà quando guarirà questo cuore anoressico
Condannato per l’eternità a girare in tondo, in tondo, in
tondo, in tondo
Che risposte ci suggerirà questo vento dislessico
Che porta con se solo nuvole, nuvole, nuvole senza messico…
E che voglia di piangere ho 


Paolo Conte è troppo figo ma CCCP , CSI e PGR quanti fottuti geni hanno visto passare..

2 commenti:

  1. Quanto vorrei poter venire...Maledetto lavoro di merda inutile...Comunque si,scommetto 10 euro che Appino avrà i baffi...Pessima cosa....Ma il mio amore non si ferma davanti ad un po' di peli!!

    RispondiElimina
  2. E poi scopri Jannacci e all'improvviso hai i brividi

    RispondiElimina

Comentarios